TOURS

miglior tariffa garantita

SPACCANAPOLI

Goditi un tour a piedi alla scoperta del centro storico di Napoli, una delle città più antiche d'Europa, esplorando con una guida la zona di Spaccanapoli e facendo una bellissima e interessante passeggiata tra le chiese e i maestosi palazzi. Scoprirai tutte le storie, le curiosità e gli aneddoti della tradizione e del folklore napoletano.

informazioni utili

Spaccanapoli è la strada che va dai Quartieri Spagnoli al quartiere di Forcella, tagliando in linea retta la città di Napoli: capirete meglio perché viene chiamata così se la guarderete da San Martino nella parte più alta della città.

Un giro per Spaccanapoli è un percorso lungo la millenaria storia della città, qui non ci sono solo i palazzi antichi, le chiese, ma anche le leggende e gli inconfondibili odori della cucina napoletana.

Non stupitevi di nulla: lungo il percorso di Spaccanapoli potrete incontrare splendide chiese e famiglie che vivono nei bassi, artisti e artigiani.

MUSEO CAPPELLA SAN SEVERO

La Cappella Sansevero, detta anche chiesa di Santa Maria della Pietà o Pietatella, è tra i musei più affascinanti e misteriosi di Napoli.

informazioni utili

Nascosta tra i vicoli del centro storico della città. Collocato al centro della Cappella, il Cristo Velato è una delle opere più belle e suggestive del mondo.

Ciò che incuriosisce di più il visitatore che osserva questa opera è il velo di marmo che ricopre il corpo del Cristo morto, disteso su dei cuscini. E’ talmente sottile e trasparente che sembra sia fatto di tessuto e non di marmo. Nella Cappella tutto acquista senso e significato solo se si comprendono i simboli e i misteri celati nei marmi e nei dipinti che adornano il Tempio.

NAPOLI SOTTERRANEA

La Napoli che vediamo oggi, poggia le sue fondamenta su un’antichissima rete di altrettante strade sotterranee: i cunicoli scavati dai Greci quando iniziarono a estrarre il tufo dal sottosuolo per rafforzare le mura della città.

informazioni utili

Nel corso dei secoli la vita sotterranea di Napoli è stata in fermento quasi quanto quella in superficie. Le gallerie sottostanti Napoli sono state usate, nel corso dei secoli, in diversi modi. Durante la Seconda Guerra Mondiale, la Napoli sotterranea è stata modificata per ospitare la popolazione durante i bombardamenti.

Durante gli anni della guerra, circa quattromila persone popolarono i sotterranei della città, aspettando che il conflitto bellico consentisse il ritorno alla vita.

Inoltre nella credenza popolare Napoli sottrenarea è un luogo frequentato dallo spirito che abitava le costruzioni di Napoli. Se l’abitante della casa risultava simpatico al “monaciello”, questo poteva far trovare soldi nei cassetti o nelle giacche appese all’ingresso. Ma se per caso si offendeva lo spirito, dimostrando poca devozione o asserendo di non credere agli spettri, la vendetta del “monaciello” era inevitabile.

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI NAPOLI

Prima scuola di equitazione poi sede dell’Università, il Museo Archeologico di Napoli venne inaugurato nel 1816 e ad oggi è uno dei più importanti nel mondo per la qualità e la quantità delle opere che custodisce.

informazioni utili

Il Re Ferdinando IV intendeva creare a Napoli un imponente istituto per le arti e, a distanza di oltre due secoli, si può dire che le sue ambizioni siano state realizzate.

Il Museo Archeologico, oltre a contenere i ritrovamenti degli scavi di Pompei, ospita reperti dell’età greco-romana, le antichità egizie ed etrusche della collezione Borgia e le monete antiche della collezione Santangelo.

Da non perdere il “Gabinetto segreto” che raccoglie affreschi e sculture antiche dedicate al tema dell’erotismo.

NAPOLI BY NIGHT

La vita notturna di Napoli è molto movimentata e sono tanti i posti in città in cui trascorrere serate in compagnia di amici divertendosi tra musica dal vivo, un drink o qualche snack da sgranocchiare.

informazioni utili

I posti della movida napoletana spaziano dal centro storico alla collina del Vomero, passando per i famosi baretti di Chiaia fino ad arrivare alla vicina Pozzuoli. Anche il Lungomare Caracciolo e Mergellina sono molto frequentati, grazie al fascino serale della passeggiata che dà sul Golfo.

-Piazza Bellini è una delle zone più frequentate la sera dai giovani, soprattutto dagli anticonformisti, perché ricca di localini e bar e, soprattutto in primavera e d’estate, ideale per restare all’aperto e fare due chiacchiere tra una birra ed un cocktail.

-Piazza San Domenico Maggiore È un luogo molto suggestivo per la presenza dell’alto obelisco di San Domenico e dell’imponente omonima basilica e spesso vengono organizzate rassegne musicali o la Silent Disco.

- Chiaia è la cosiddetta zona dei baretti, frequentata dai ragazzi della Napoli più ricca e chic rispetto a quelli del centro storico. Sono tante le stradine in cui ad ogni metro è possibile fermarsi per un calice di vino o un cocktail e tra le più frequentate ci sono Vico Belledonne e via Cavallerizza, mentre a Piazza San Pasquale non mancano bar e rosticcerie.

-Lungomare di Napoli: La passeggiata sul Lungomare di Napoli è molto affascinante anche di sera per il suo splendido panorama, ecco perché in molti vi si ritrovano nelle ore notturne per trascorrere del tempo con gli amici o con il partner.

-San Martino è la parte più alta del Vomero ed è frequentata di giorno e di sera per il suo incantevole Belvedere. La sera si trasforma in un luogo molto romantico dove le coppie amano affacciarsi per ammirare dall’alto quasi tutta la città, volgendo lo sguardo fino al mare.